iBLOG

TUTORIAL & GUIDE

Guida per Musicisti Contabili - 09 | LA FANBASE

Guida per Musicisti Contabili - 09 | LA FANBASE - Tutorial & Guide - iBLOG

Che abbiate deciso di autoprodurvi o che vogliate proporvi a un'etichetta, che siate manager di voi stessi o che ci sia qualcuno che vi segue, il passo necessario e imprescindibile "verso la vostra prima consacrazione" è la costruzione di una vostra fanbase.

Per un giovane musicista che voglia affacciarsi al mercato musicale, la prima fanbase è fatalmente rappresentata da amici e parenti. Ecco, il primo obiettivo in questo senso è far conoscere il vostro progetto ad altri e, possibilmente, fidelizzare un nuovo pubblico che non sia costituito esclusivamente dalla vostra cerchia di amici e parenti: nulla di più difficile.

>> NON SIATE DEGLI STALKER SERIALI!
Partiamo da un presupposto che non vi piacerà: alla gente, di base, della vostra musica non frega nulla. Vive bene anche senza la vostra musica e, tra l'altro, non è culturalmente predisposta ad accogliere nuove proposte. La gente riceve continuamente proposte ed offerte di ogni genere, ogni giorno, ad ogni ora; quindi, se di default non è interessata al nuovo, un po' potrebbe essere anche colpa vostra, perché magari non rispettate il comandamento che abbiamo enunciato nello scorso capitolo ("se non ho dei buoni contenuti me ne resto a casa e non intaso il mercato con l'ennesima cosa che non interessa a nessuno") o anche perché magari siete degli stalker seriali su facebook. Una cosa ve la possiamo svelare subito: i messaggi privati su facebook a tutti i vostri contatti per mettere in evidenza ogni minima cosa che fate non solo non funzionano, ma sono assolutamente deleteri. Peggio ancora le chat di gruppo che usate per invitare persone al vostro evento, per non parlare dei messaggi su WhatsApp.

Vi dà fastidio quando la compagnia telefonica di turno vi chiama per proporvi servizi ai quali non stavate neanche pensando? Pensate se vi mettesse in una chat di Messenger insieme ad altre cento persone. Quindi ragazzi, vi prego: rispettate la privacy delle persone e non rompete le palle al mondo senza un motivo valido.

>> IL PUBBLICO DI RIFERIMENTO
Detto questo, come far crescere il pubblico interessato al vostro progetto?
L'impegno è certamente duplice, c'è un lavoro da fare online e uno da fare offline. Non c'è una ricetta segreta, non esiste una formula magica, ogni cosa deve essere studiata sul VOSTRO stile e sul VOSTRO immaginario (ricordate il discorso sull'immaginario?), quello che vale per un Calcutta non vale per I Ministri, mi pare chiaro.

La cosa fondamentale è, in ogni caso, individuare il pubblico di riferimento; fare fuoco sulla folla in maniera trasversale (a meno di clamorosi casi speciali ed unici) non è una buona soluzione, capite piuttosto a chi possa interessare la vostra musica e mirate li.
Ma per quanto internet, e i social in particolare, diano la possibilità di arrivare a tutti, non c'è nulla di più efficace del sano rapporto personale. Dove le troviamo le persone potenzialmente interessate alla nostra musica? Nei locali, alle serate e nei giri che funzionano nella nostra città.
Quindi fatevi un favore, SCOLLATEVI DALLA TASTIERA (e dalle vostre sterili polemiche sul perché l'artista che non vi piace abbia successo) e uscite di casa, incontrate persone, fate conoscenze e intrecciate rapporti, il vostro primo pubblico sono gli amici, ma subito dopo vengono… rullo di tamburi… gli altri musicisti!

Quando la competizione è sana e c'è spazio per tutti, non c'è nulla di più proficuo che intrecciare rapporti con altri artisti della vostra città, ancor di più se il tutto si svolge in un contesto o in un locale che funziona e nel quale gira molta gente, senza contare che la cosa più bella è vedere musicisti che sostengono altri musicisti andando alle loro serate e contribuendo a promuovere reciprocamente la proprio musica.

>> LE APERTURE
Avete i vostri amici di sempre che vi seguono ovunque, avete uno stuolo di musicisti che non si perde un vostro concerto… e il "pubblico vero"?

Accrescere il proprio pubblico è spesso un lavoro lungo, un modo per accelerarlo potrebbe essere quello di aprire ad artisti più affermati.

Ok, ma come?
Avete fondamentalmente tre possibilità:
• I direttori artistici dei locali: Fateli innamorare di voi e chiedetegli di inserirvi in aperture quando possibile (non sempre lo è)
• I promoter: spesso gli viene chiesto di pensare anche alle aperture
• Le agenzie di booking: capita a volte che le agenzie (soprattutto quelle grandi), per capire se un artista può fare al caso loro, lo facciano suonare in apertura ai loro artisti di punta

Le aperture sono nella maggioranza dei casi a cachet zero, ma la possibilità di esibirsi davanti a un pubblico che intercetta la fascia che avete individuato come vostra, vale sicuramente di più di un qualsiasi rimborso benzina.

ATTENZIONE!! Avete mai sentito parlare di Pay To Play?
Il PtP è il sistema per il quale un artista paga di tasca propria una quota per poter aprire un concerto.
È una pratica sempre più comune con la quale l'entourage di artisti affermati copre i costi di un tour, ottimizzandone i ricavi, e non stiamo parlando di spicci; è notizia di pochi giorni fa quella di una band statunitense che ha pagato un milione di dollari (UN MILIONE DI DOLLARI) per aprire ai MötleyCrüe. Un milione di dollari. Non entro nel merito della scelta di pagare per aprire un concerto (ognuno con i suoi soldi fa ciò che vuole), vi invito però a stare molto attenti a discernere un'opportunità da una truffa.

Ora avete i vostri provini (che avete registrato con il Mac da tremila euro della settimana scorsa), vi seguono amici, altri musicisti e qualcuno che avete conquistato nelle aperture che avete fatto, avete coscienza di come funziona il mercato musicale e di quante tasse paga un artista… ma lo sapete che quasi quasi siete pronti per proporvi a un'etichetta!?

I più letti

© 2020 iCompany srl - P.IVA 13084581001. All Rights Reserved.Designed by ServiziMedia

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Continuando la navigazione sul sito, si acconsente all'utilizzo dei cookie. Per saperne di piu'

Chiudi